CONVEGNO "Dalla ricerca scientifica alla divulgazione ambientale"

Il 13 Gennaio 2012 la Riserva Naturale di Stato ed Oasi WWF “Cratere degli Astroni” è stata teatro del Convengo: “Dalla Ricerca Scientifica alla Divulgazione Ambientale – Un approccio sinergico all’Ornitologia” organizzato dall’associazione ARDEA.

Alle ore 16.30 la torre d’ingresso del cratere più verde dei Campi Flegrei si è aperto ai circa 100 amici che hanno affollato la sala, giunti da tutte le province campane, dalla Puglia e dal Lazio.

 

Il Chairman d’eccezione che ha condotto l’evento è stato il Dott. Danilo Russo, noto chirotterologo del G.I.R.C., membro del Bat Specialist Group dell'IUCN e professore di ecologia dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, Facoltà di Agraria, che ha aggiunto al convegno lodevoli commenti ed interessanti spunti di riflessione.

 

Tra i saluti di apertura del convegno, il Direttore dell’Oasi WWF ospitante l’evento, Dott. Fabrizio Canonico, ha commentato molto positivamente la massiccia adesione all’iniziativa, invitando tutti a visitare l’oasi per apprezzarne i numerosi pregi naturalistici. Il Dott. Antonio Carmine Esposito, referente della Rete INFEA (Regione Campania), dopo essersi congratulato con chi ha organizzato la manifestazione, ha sottolineato la piena intenzione della Regione nel sostenere gli interessanti progetti dell’Associazione. Successivamente il Presidente del Parco Regionale del Matese, Giuseppe Falco, ha dato grande lustro al ruolo dei Parchi nella tutela della biodiversità e nella diffusione di uno stile di vita più equilibrato fra uomo e natura. Inoltre ha illustrato con sentite parole l’importanza del Parco nel contesto regionale come risorsa irrinunciabile non solo per chi abita i comuni che lo costituiscono. L’intervento si è concluso con una sorpresa per il Presidente, visibilmente emozionato: la Prof.ssa Lucia Simone (Dipartimento di Scienze della Terra - Federico II),  in accordo con gli organizzatori ha comunicato che avrebbe donato alla Biblioteca del Parco parte delle pubblicazioni riguardanti il massiccio del Matese e che si sarebbe impegnata per raccogliere e donare le numerose tesi svolte nel territorio del Parco.
Il Prof. Ottavio Soppelsa (Dipartimento Scienze Biologiche - Federico II) in rappresentaza del corpo docenti di Scienze Naturali, ha posto infine l’accento sulla rilevanza scientifica dei lavori condotti dai Soci dell’ Associazione e dell’importante opportunità per gli studenti di effettuare il tirocinio partecipando ai numerosi progetti di ricerca dell’Associazione.
Ha chiuso i Saluti Istituzionali il Presidente di ARDEA Dr. Rosario Balestrieri, non nascondendo la sua gioia nel vedere l’immensa sala gremita di persone interessate alla ricerca ed alla conservazione della natura. Ha illustrato brevemente a tutti il lungo percorso professionale dei Soci ARDEA, costituenti l’ossatura dell’associazione.

 

Conclusi i saluti, si sono susseguiti i numerosi interventi tecnici volti ad illustrare i progetti di rilevanza nazionale scolti dai Soci ARDEA in collaborazione con altre realtà associative nazionali, e presentati al XVI Convegno Italiano di Ornitologia.

 

Apre la sessione il Dr. Rosario Balestrieri con l’esposizione di uno dei progetti più coinvolgenti realizzati in regione: Migrandata – Matese realizzato dal CEDA Legambiente Matese, in collaborazione con moltissimi partners. Impressionante la mole di dati raccolti e la partecipazione ad ogni livello per la buona riuscita del progetto, con 40 studiosi volontari, 200 visitatori e oltre 20.000 visualizzazioni web.

Il Dr. Giovanni Capobianco espone l’interessante rinvenimento della prima garzaia di Airone Cenerino della Campania, con gli ottimi risultati raccolti con costanza durante il monitoraggio che indicano la piccola garzaia fra le più produttive d’Italia e davvero entusiasmanti le immagini che hanno raccontato i momenti salienti dello sviluppo.
Segue il Direttore dell’Oasi WWF Lago di Conza, Dr. Marcello Giannotti, ha descritto i risultati ottenuti con la tecnica dell’inanellamento a scopo scientifico durante il progetto “Ali sul lago”. Da sottolineare le importanti collaborazioni con altri enti di ricerca, anche esteri, e la mole di visitatori che ha osservato le operazioni d’inanellamento, circa 900.
La Dr.ssa Francesca Buoninconti delinea attraverso le osservazioni del G.L.I.Ci.Ne l’attuale situazione della Cicogna nera in Italia attraverso le nidificazioni che si concentrano in alcune aree d’Italia, con particolare attenzione al ritrovamento e al successivo monitoraggio del primo nido campano della specie. Illuminante la parte della relazione dedicata alle minacce che minano la conservazione della specie.
Un progetto molto particolare, viene esposto da Francesco Riccio. Il progetto, condotto con l’Assocazione CIBELE – Onlus, in un’area Campione della provincia di Campobasso, indaga un gruppo di specie molto elusivo ed affascinante, i rapaci notturni. Indubbiamente rilevanti i molteplici aspetti indagati, densità, distribuzione, idoneità dei ruderi, loquacità e soprattutto la dieta con ben 100 borre di civetta idagate.
Dr. Davide De Rosa c’illustra un progetto di larghi orizzonti promosso dall’UZI e l’Università degli studi del Molise che indaga i SIC e le ZPS della Regione Molise individuando le strategie di conservazione per le specie particolarmente tutelate come i Rapaci. I risultati del progetto sono indubbiamente lodevoli ed aprono nuovi scenari e considerazioni rispetto alle opere piccole e gradi realizzate o da realizzare nelle aree di pregio naturalistico.
L’intervento conclusivo spetta all'Educatrice Ambientale Ilaria Cammarata, che esalta gli aspetti della conservazione della natura legati imprescindibilmente alla divulgazione scientifica e l’educazione ambientale, mostrando tutte le concrete occasioni in cui i soci di ARDEA si sono attivati in tal senso. Davvero fitto il calendario d’impegni futuri dell’Associazione e indubbiamente lusinghieri i riscontri ottenuti con più di 6.000 persone che hanno interagito con i nostri info– point realizzati in varie occasioni in Parchi Regionali e Nazionali.

 

Encomiabile il lavoro della Responsabile dei Soci, la Dr.ssa Valeria Balestrieri che con lodevole capacità organizzativa ha coordinato la consegna degli attestati dei Corsi di Bw ed Ornitologia, l’organizzazione della documentazione soci e l’interfaccia con i partecipanti al convegno.
Il successo maggiore del convegno è stato senza dubbio il numero estremamente alto di persone che vi hanno preso parte e che hanno ascoltato con estremo interesse, per alcune ore, argomenti che da molti tutt’ora sono ritenuti di settore.

 

ARDEA ringrazia le Istituzioni e i docenti universitari presenti per la disponibilità mostrata alle diverse forme di collaborazione proposte e per i pubblici apprezzamenti rivolti ai soci dell’Associazione.

 

Ultimi articoli

Introduzione alle farfalle d'Italia in REMOTO

14 Maggio 2021
Leggi di più

Corso di Birdwatching in Remoto

6 Aprile 2021
Leggi di più

ALI FLEGREE

12 Marzo 2021
Leggi di più

Social Nature

18 Febbraio 2021
Leggi di più

INTRODUZIONE AL MONDO DELLE LIBELLULE ITALIANE

10 Febbraio 2021
Leggi di più

"La botanica come guida alla lettura del paesaggio della Campania e regioni limitrofe"

26 Gennaio 2021
Leggi di più

CORSO “INTRODUZIONE ALLE FARFALLE D’ITALIA: OSSERVAZIONE, IDENTIFICAZIONE E TUTELA”

25 Gennaio 2021
Leggi di più

Corso di Disegno Naturalistico Online

12 Gennaio 2021
Leggi di più
Iscriviti alla
newsletter
envelopemap-markerlocationmagnifiercrossmenuchevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram